Ultime Notizie
Home / AMMINISTRAZIONE / SUL DEBITO VERSO IL CR8
SUL DEBITO VERSO IL CR8
Il sindaco Luigi De Magistris

SUL DEBITO VERSO IL CR8

Oggi, 5 aprile 2018, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, è stato intervistato dal TGR Campania delle 14 sul debito per il quale da giorni sta protestando in ogni modo.
Su precisa domanda del giornalista (“Il debito di cui parla è aggravato da una sanzione di 80 milioni di euro. Questa sanzione le è arrivata perché lei non ha iscritto questa posta in bilancio. Le pare normale? Le pare un modo corretto di amministrare?”), De Magistris ha risposto con queste parole: “Mi sembra non normale la sanzione, perché noi abbiamo un debito che non è nostro, ma è dello Stato, post terremoto ed emergenza rifiuti, dove la città non c’entra nulla ed è vittima. Invece di far pagare la sanzione a chi deve pagare il debito, cioè lo Stato, viene comminata al Comune. E noi non l’abbiamo iscritta nel 2016 perché il debito non era ancora divenuto consolidato dal punto di vista giudiziario perché la sentenza non era definitiva.”
Il debito era stato accertato con la sentenza della Corte d’Appello iscritta al numero 39 del’8 gennaio 2016, e resa nota dall’Avvocatura comunale con nota del 12.1.2016. Potrete rilevare che la Giunta Comunale la menziona nella delibera numero 186 dell’11.4.2017 (vedi stralcio in calce). Il fatto che l’Avvocatura comunale avesse proposto ricorso in Corte di Cassazione nel maggio 2016 non sospende gli effetti della sentenza citata, tanto vero che sono stati pignorati i conti del Comune.
Dunque si tratta di capire se De Magistris abbia mentito oppure abbia semplicemente affermato una corbelleria, ma questo non spetta a noi. Ma in entrambi i casi, un atteggiamento del genere non può non essere censurato.
E’ uno degli argomenti che affronteremo nella conferenza stampa che Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli terrà giovedì 12 aprile alle ore 11.30 presso la Sala Nugnes nel palazzo del Consiglio Comunale in Via Verdi, con la partecipazione del professor Riccardo Realfonzo, della senatrice Paola Nugnes e dell’onorevole Valeria Valente.

Uno stralcio della delibera 186 dell’11.4.2017

Questo Articolo è stato visualizzato 1.234 volte

Inserisci un commento

Scroll To Top